Come lavare la muta da sub in 5 semplici mosse.

Un’accurata e attenta manutenzione è fondamentale per mantenere lo stato della muta da sub perfetto come il giorno in cui l’hai acquistata.

comefareperOgni volta che fai un’immersione ed utilizzi la tua muta devi lavarla e farla asciugare osservando qualche piccolo accorgimento: in questo modo il materiale si manterrà sempre in buono stato.

Di seguito ti mostro come prenderti cura della tua muta in 5 semplici mosse.

#1 Elimina con cura i residui di salsedine.

Ogni volta che ti immergi devi sempre sciacquare accuratamente la tua muta e lavarla per eliminare tutta la salsedine.

Questa attività è molto importante dal momento che l’acqua di mare riduce la flessibilità del neoprene e, inoltre, una muta non sciacquata emana un cattivo odore.

#2 Lava la muta con sapone neutro delicato.

Per questa operazione ti consiglio di utilizzare la vasca da bagno oppure una bacinella: riempila con acqua fredda ed immergi la muta.

Per il lavaggio utilizza un sapone neutro delicato: questa operazione di lavaggio come ti dicevo andrebbe ripetuta tutte le volte che fai un’immersione, dunque un sapone aggressivo contribuirebbe al deterioramento del neoprene.

#3 Lascia la muta a bagno per 5 o 6 ore.

Una volta lavata, lascia la muta nella vasca per circa cinque o sei ore: successivamente strizzala per bene, eliminano COMPLETAMENTE l’acqua.

#4 Metti ad asciugare la muta.

Ti consiglio di asciugare la muta eliminando progressivamente l’acqua in eccesso.

Parti dalle spalle ed arriva fino ai polsi, poi spostati sulla parte delle cosce e arriva fino alle caviglie.

Dopo aver strizzato la muta, mettila ad asciugare su uno stendibiancheria: mi raccomando sistemala in posizione verticale, come quando metti ad asciugare le lenzuola.

Durante l’asciugatura la muta non deve assolutamente essere esposta alla luce diretta del sole o ad altre fonti di calore: l’ideale sarebbe un posto completamente all’ombra e ventilato.

#5 Conserva la muta in modo corretto.

Dopo che la muta si è completamente asciugata e dopo aver controllato che non ci siano buchi o lacerazioni, è arrivato il momento di metterla via prima della prossima immersione.

Ti consiglio di non utilizzare stampelle in metallo perché questo materiale deteriora il neoprene, utilizza piuttosto quelle in plastica o quelle apposite per stendere le mute.

Evita di piegare la muta o di lasciare oggetti pesanti su di essa: i segni e le pieghe difficilmente andrebbero via e sarebbe rovinata per sempre.