Guida all’acquisto della prima muta da sub.

Free tipsNel mondo delle immersioni l’acquisto più importante è senza alcun dubbio quello della muta da sub.

Lo scopo principale della muta da sub è proteggere il corpo dalla dispersione termica a cui si è sottoposti quando ci si immerge.

 

Forse non lo sapevi ma quando ti immergi il tuo corpo disperde circa il 25% più velocemente calore corporeo.

 

Se ti sei avvicinato da poco al mondo delle immersioni e sei alla ricerca di consigli utili per non sbagliare il tuo “primo acquisto”, leggi attentamente i miei consigli: il risultato è ASSICURATO!


Protezione termica e libertà di movimento.

Per realizzare una muta da sub viene utilizzato il neoprene, un materiale poroso con all’interno delle bolle d’aria che creano una sorta di barriera tra il corpo e l’acqua.

Tieni presente che una piccola quantità di acqua entra sempre sotto la muta, ma si riscalda in poco tempo quando entra a contatto con il corpo, mantenendolo caldo entro limiti di tempo soggettivi.

Per avere la massima libertà di movimento è importante che la muta abbia meno cuciture possibili.

La muta preformata all’altezza del torace e dei fianchi è la scelta migliore per una donna perché si adatta meglio al corpo limitando la circolazione dell’acqua.

La muta a due pezzi rispetto alla muta intera ha una maggiore facilità di vestizione, ma la protezione dal punto di vista termico è sicuramente inferiore.


Ad ogni immersione la sua muta.

Scegli la tua muta tenendo sempre in considerazione il tipo di immersioni che vorresti fare.

Per le immersioni ricreative la soluzione ideale è senza dubbio una muta umida: in queste occasioni hai bisogno di una muta che aderisce perfettamente al corpo, che lascia passare poca acqua e con uno spessore che varia dai 2 mm ai 10 mm.

La muta umida è consigliata anche quando si hanno in programma immersioni in apnea.

Se decidi di indossare una muta umida e vuoi aumentare il suo potere termico, ti consiglio di utilizzare un sottomuta sottile DA 1.5 2 mm.

Se desideri immergerti in acque caratterizzate da basse temperature utilizzando anche le bombole hai bisogno di una muta stagna o semistagna in neoprene con uno spessore di 7 millimetri, dotata di cerniere stagne che si trovano solitamente sulla schiena e che coprono lo spazio da spalla a spalla.

Nelle acque fredde invece ti consiglio di indossare una muta stagna.

Questa tipologia di mute può essere realizzata in neoprene compresso ed in nylon e sono dotate di chiusure stagne in prossimità delle caviglie e del collo per essere completamente impermeabili.

Rispetto alla muta umida quella stagna non fa passare neanche una goccia d’acqua: il corpo rimane completamente asciutto.

Per un maggiore potere termico viene solitamente indossata una sottomuta stagna in pile.

Anche i calzari sono stagni, mentre la tenuta ai polsi e al collo è garantita da collari in lattice oppure neoprene.

Queste mute sono dotate inoltre di una valvola di gonfiaggio e scarico che permette di compensare l’aumento della pressione e regolare il galleggiamento.

 

Facciamo un punto ....

Per permetterti di individuare in breve tempo la muta che risponde al meglio ai tuoi bisogni ed alle tue esigenze ho pensato di racchiudere tutte le precedenti informazioni in questa tabella riassuntiva.

 

TIPO DI IMMERSIONE GRADI BOMBOLE TIPO DI MUTA
 SNORKELING, APNEA NUOTO  25°-30°  NO  3 MM CORTA
 APNEA, SNORKELING  25°- 30°  SI  3 MM LUNGA
 APNEA 5° - 10°  SI 8 - 9 MM
 - 15° - 25° SI 7 MM
BASSE TEMPERATURE   10° - 20°  SI  SEMISTAGNA
 ACQUE FREDDE  5° - 20°  SI  STAGNA